Cenerentola backstage

Allora ragazze, contente di questo successo?

Anastasia, Cenerentola: bhe, si.. è stata una faticaccia, ma ci siamo divertite a girare..

Cenerentola, come hai avuto la parte?

Cenerentola: è una lunga storia, quando  avevo 12 anni ho visto alla tv Shirley Temple da quel momento ho subito capito che  la mia vita sarebbe stata la recitazione.Finito il liceo, ho insistito con i miei per andare ad una scuola di recitazione, ma niente.. non ne volevano sapere. mio padre insisteva perché facessi l’avvocato. “il mondo è pieno di attricette” diceva.. “mentre c’è sempre bisogno di buoni avvocati, non ce ne sono mai abbastanza” così ho finito per dargli ascolto e  mi sono iscritta a Legge; tra un esame  e l’altro ho partecipato ad alcuni provini da  Amici, alle Veline, alle letterine ma niente. Nel frattempo ho continuato a studiare e a recitare con piccole compagnie di teatro di provincia. Per mantenermi negli studi  ho fatto i lavori più disparati, ho lavorato nei fast-food, nelle stazioni di servizio, lucidavo casse da morto, servivo ai tavoli e intanto studiavo e la notte preparavo gli esami. Dopo diversi anni mi sono laureata a pieni voti ed ho cominciato a lavorare per uno importatnte studio legale. Se non che, un giorno alla fermata del bus, da un palazzo alle mie spalle,  è caduto un vaso di fiori, che mi ha colpito direttamente sulla testa. Sono stata portata all’ospedale e dopo alcune operazioni che mi hanno rimessa a nuovo ho deciso di intraprendere una causa legale contro il proprietario dell’appartamento. Il caso volle che il proprietario era un noto produttore un certo E. Grimm. Abbiamo trovato un accordo: Lui mi avrebbe fatto lavorare nel mondo dello spettacolo ed io non gli avrei più fatto causa.

Non male eh?

Intervistatore: Si certo… e tu, Anastasia, come sei stata contattata.

Anastasia: anche la mia è una storia lunga. Fin da piccola la mia famiglia non mi faceva mai mancare nulla. Marinavo la scuola, mi divertivo in barca con gli amici, Cortina d’inverno Saint-Tropez d’estate.  Feste tutte le sere, scandali sulle riviste,  flirt con calciatori famosi etc..

Mio papà mi iscrisse in diversi college in America, in Inghilterra. ma niente da fare rimanevo una scapestrata.

Poi un giorno papà decise di farmi lavorare in una delle sue produzioni e visto che era il capo non ci furono problemi ai provini.

Intervistatore: bene.. in molti si erano chiesti se Anastasia Grimm fosse  stata raccomandata; ehm.. e tu Genoveffa.. immagino che anche la tua sia una storia lunga.

Genoveffa: tutt’altro; Sono arrivata agli studios, ho incontrato il regista. Gliela ho data e lui mi ha dato la parte. Tutto qui.


Intervistatore: il lavoro di scena e tutta la troupe è stata bravissima, avete qualche aneddoto da ricordare:
Cenerentola: bhe.  quando abbiamo girato la scena al castello reale, alcune comparse non  erano molto professionali.. hanno cominciato a chiederci autografi, e a voler posare con noi, il regista ha cominciato a scaldarsi ed agitarsi.. la gente si divertiva ma il lavoro non procedeva. Abbiamo fatto così tanto baccano che dallo studio a fianco, dove stavano girando “la bella addormentata nel bosco” sono cominciate ad arrivare lamentele dapprima con semplici colpi di scopa sul muro poi con telefonate e grida.  un vero bailamme.

Intervistatore: ed è stato l’unico inconveniente di scena?

Genoveffa: no, in realtà abbiamo avuto dei problemi legali con lo sponsor principale. Mr Polegatto non voleva saperne di usare una scarpetta di cristallo per girare. Si era ostinato a volerne usare una delle sue  ma capirete che non sarebbe stata una rappresentazione soddisfacente.

Abbiamo dovuto fermare le riprese per alcuni giorni, fino a che i legali non si sono accordati:  Ok per la scarpetta di cristallo, ma con la clausola che sulla carrozza ci fossero le scritte Geox ai lati.


Intervistatore: Cenerentola, per le scene di sesso hai usato una controfigura?
Cenerentola: no, assolutamente. Ero proprio io quella. Topolini, uccelli e zucche comprese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *